Dare una risposta alle situazioni di fragilità sociale attraverso l’inserimento delle persone svantaggiate in percorsi lavorativi. Con questo obiettivo nasce il progetto LinK– Lavoriamo IncKlusivamente, di cui Mestieri Toscana è partner insieme a una fitta rete di associazioni, consorzi e cooperative sociali. Il progetto, promosso dalla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, è nato dalla co-progettazione, che risponde al codice del Terzo Settore e alla nuova Legge Regionale toscana 65/20.

Il progetto prevede la realizzazione di tirocini di inclusione lavorativa destinati a soggetti svantaggiati e rivolti in particolare a persone tra i 50 e i 65 anni che hanno perso il lavoro a causa della crisi causata dal Covid-19, a donne sole con figli minori, a giovani tra i 18 e i 35 anni con bassi livelli di scolarizzazione, a piccoli imprenditori o partite iva che, sempre a causa della pandemia, hanno visto ridursi drasticamente la propria attività, a persone che beneficiano del reddito di cittadinanza, a persone senza fissa dimora. 

Per l’individuazione delle persone che potranno accedere ai percorsi di inclusione ci si avvarrà  dell’esperienza e delle specifiche competenze di quei “recettori” di informazioni presenti sul territorio dei 15 comuni come i Servizi Sociali, gli Sportelli Accoglienza, il Segretariato Sociale e i Tavoli interistituzionali di Inclusione Sociale.